Marco Zanuso

Marco Zanuso, architetto e designer italiano, è considerato uno dei padri fondatori del design industriale italiano. Nel dopoguerra ha contribuito al dibattito sul “movimento moderno” nell’architettura e nel design. Zanuso è stato uno dei primi designer a interessarsi ai problemi dell'industrializzazione del prodotto e all'applicazione delle nuove tecnologie agli oggetti di uso comune.


Nel 1946-47 Marco Zanuso è stato direttore di "Domus", poi fino al 1949 direttore della rivista "Casabella. Dal 1958 fino al 1977, il designer tedesco Richard Sapper ha lavorato nello studio di Zanuso e i due hanno collaborato a un gran numero di disegni estremamente fantasiosi e originali per mobili, lampade e apparecchi elettrici.



Insieme a Sapper, ha realizzato, nel 1962, il televisore Doney (Brionvega), nel 1964 le seggioline K 1340 (Kartell) e nel 1967 il telefono Grillo (Siemens). All'interno della Brionvega la collaborazione dei due designer ha portato alla produzione, oltre che del televisore Doney, anche del televisore Sirius (1964), del televisore Black (1969) e della famosa radio "cubo". Zanuso ha insegnato al Politecnico di Milano dal 1961 al 1991. Fino al 1963 ha collaborato con Cini Boeri nel campo dell'architettura di interni. Nel 1956 Zanuso è tra i fondatori dell'Associazione per il Disegno Industriale (ADI), di cui è stato presidente dal 1966 fino al 1969; insieme a Alberto Rosselli ha disegnato il Compasso d'oro tridimensionale, su disegno di Albe Steiner. Tra i suoi progetti architettonici ricordiamo gli edifici della fabbrica Olivetti a Buenos Aires e San Paolo (1955-1957), l'edificio per uffici Necchi a Pavia (1961-1962), oltre a quelli della fabbrica di IBM a Segrate, Milano, Palomba tra il 1974 e il 1982. E’ stato numerose volte membro della giuria del prestigioso “Premio Compasso d’oro”, nel 1998 ha partecipato alla sua ultima giuria con personaggi del calibro di Achille Castiglioni, Giuseppe De Rita, Marianne Frandsen, Fritz Frenkler, Sadik Karamustafa e Tomàs Maldonado. Zanuso ha vintosei premi della Triennale di Milano e altrettanti edizioni del Premio Compasso d’oro, quest’ultimo riconoscimento gli è stato attribuito anche a corollario della sua lunga e intensa carriera nelmondo del design.

Photo "Cube" by Holger Ellgaard (PD)
Share:   Email / Facebook / Twitter